Seleziona una pagina

Qualunque sia il tuo business, non potrai fare a meno di utilizzare Facebook Analytics – sfidante di Google – che consente di conoscere il percorso del cliente o utente passato attraverso Facebook. Ciò che rende davvero utile Facebook Analytic è l’osservazione del quadro completo: consente infatti di visualizzare il modo in cui l’utente passa attraverso touchpoints differenti giungendo alla conversione finale solo dopo un percorso spesso caratterizzato da interruzioni o deviazioni.

Fb Analytics può fornire un quadro completo perché consente di raggruppare Pagine, App e Pixel: avremo così tracciato i risultati della copertura organica e a pagamento su più sessioni e dispositivi.

Quali requisiti sono necessari per poter utilizzare Analytics?

Innanzitutto avere un sito web.

Poi installare il Pixel di face book sul sito.

Infine configurare Eventi di conversione funzionanti.

Come si imposta face book Analytics?

Questa è sicuramente la parte più difficile ed è necessario conoscere in maniera pratica il Business Manager: da qui infatti, accedendo a Misurazione e Report, visualizzeremo la voce Analytics.

Sarà utile a questo punto creare un gruppo con origine delle azioni – attraverso il tasto posto in alto a destra – per raggruppare le Pagine, le App e i Pixel da includere.

N.B.: è necessario essere amministratori del Business Manager per avere accesso alle risorse e, per quanto riguarda i Pixel, che il proprietario li condivida con l’analista.

Una volta effettuato l’accesso a Fb Analytics, si noterà una Dashboard predefinita con dati rivelanti in merito a crescita, interazione e demografia.

Le possibilità sono infinite, ma i report più comuni sono tre:

* Funnel

* Lifetime value

* Ricavi.

Qual è lo scopo reale di questo strumento potente eppure non semplice da utilizzare?

Il vantaggio strategico: una volta comprese le potenzialità e le modalità di utilizzo di Facebook Analytics, riusciremo a studiare i contenuti e le strategie adatte al nostro business non solo in termini di coerenza ma soprattutto in termini di conversione, ottimizzando così i guadagni.